I contributi a carico dei dirigenti e delle imprese vanno versati a cadenze trimestrali, rispettando le scadenze statutarie che ricordiamo essere: 28 febbraio per il primo trimestre, 31 maggio per il secondo, 31 agosto per il terzo, 30 novembre per il quarto.
In caso di ritardato versamento dei contributi, l’erogazione delle prestazioni ai dirigenti è automaticamente sospesa e sui contributi dovuti è applicato un interesse di mora, secondo l’articolo I dello Statuto Regolamento.

Il versamento dei contributi dovrà avvenire utilizzando le procedure bancarie previste all’interno della funzione ON-LINE “Versamento importi dovuti” sulla Vostra pagina personale, su questo sito.

Pertanto, dopo aver utilizzato la predetta procedura per comunicare eventuali variazioni, come descritto in “Comunicare le variazioni” si otterrà l’immediato calcolo dei contributi dovuti e la segnalazione di debiti/crediti pregressi e si potranno utilizzare sistemi bancari, anche on line, di versamento dei contributi mediante:

  • la domiciliazione bancaria (SEPA SDD B2B), per l’importo concordato e valuta pari al giorno di scadenza, previa autorizzazione una tantum dell’azienda al proprio Istituto di Credito, su un conto preventivamente indicato dalla stessa azienda;
  • il bollettino bancario denominato “bollettino freccia”, in uso presso il Sistema Bancario, che sarà automaticamente precompilato ed inviato dal FASI all’azienda per posta elettronica, ed utilizzabile su qualsiasi sportello bancario (anche in telebanking).

In particolare il bollettino bancario, preintestato e precompilato anche nella parte importo è ottenibile cliccando sul tasto: “Richiesta bollettino freccia”  e seguendo le istruzioni fornite; eventuali ratei di contributi, relativi ad eventuali iscrizioni al FASI riferite a trimestri precedenti a quello corrente in scadenza, e solo ora perfezionate, saranno evidenziati dal sistema sotto la voce “saldo precedente” e cumulabili a richiesta con l’importo riferito ai contributi trimestrali correnti; una volta offerta la conferma, il bollettino sarà inviato in posta elettronica, in formato pdf immediatamente stampabile, entro poche ore.

Volendo utilizzare invece la domiciliazione bancaria (SEPA SDD B2B), si dovrà una tantum utilizzare la funzione “Anagrafica azienda” – “Coordinate bancarie” sulla Vostra pagina personale, su questo sito tramite la quale si possono inserire, variare le coordinate di domiciliazione bancaria (SEPA SDD B2B) dei contributi dovuti, ottenere ed inviare l’indispensabile Mandato SEPA o revocare la stessa.
Ricordiamo che i contributi domiciliati saranno quelli riferiti al trimestre in scadenza; opzionalmente è possibile conguagliare insieme ai contributi del trimestre in scadenza, eventuali saldi a credito o a debito.
I contributi saranno addebitati con valuta pari alla rata di scadenza.

La procedura predisposta segue i seguenti passi:

  • La funzione “Anagrafica azienda” – “Coordinate bancarie” permette, quando necessario, di inserire o variare le coordinate del conto su cui domiciliare i contributi. Una volta inserite o modificate tali coordinate, sarà necessario stampare il Mandato automaticamente compilato dalla procedura, sottoscrivere ed inviare on line tale documento scandito che dovrà anche essere trasmesso al proprio istituto bancario per la registrazione. Il Mandato regolarmente inviato sarà subito attivato.
  • La funzione “Revoca Domiciliazione Bancaria” blocca la domiciliazione dei contributi a partire dalla scadenza in corso.

Una volta inserite gli estremi di domiciliazione, all’interno della funzione ON-LINE “Versamento importi dovuti” sulla Vostra pagina personale comparirà il seguente tasto: “Richiesta addebito domiciliazione bancaria”.

Una volta attivata, Vi confermiamo una tantum, la domiciliazione, ogni trimestre, dopo aver comunicato, come prima descritto, le eventuali variazioni ed entro 10 giorni dalla scadenza, basterà cliccare su questo tasto per autorizzare il prelievo, con valuta pari alla data di scadenza, dell’importo trimestrale (eventualmente considerando, se confermato, il saldo a debito o a credito eventualmente presente); la procedura fornirà in linea le informazioni occorrenti.

Sulla home page dei servizi online è disponibile la funzione “Stato versamenti (Freccia/Sepa)” che informerà tempestivamente sull’esito di tali pagamenti; utilizzando la domiciliazione, ove occorra una ricevuta contabile dell’avvenuto accredito, si dovrà comunicarlo al proprio istituto bancario all’atto della richiesta di domiciliazione.

Ricordiamo che:

  • I contributi trimestrali sono sempre dovuti interamente, anche quando intercorra una cessazione del rapporto o dell’iscrizione nel corso del trimestre.
  • Solo in caso di iscrizione nel corso del trimestre, il contributo relativo dovuto è calcolato in ratei mensili.
  • Si ribadisce che eventuali ratei contributi, relativi ad eventuali iscrizioni al FASI riferite a trimestri precedenti a quello corrente in scadenza, e solo ora perfezionate, saranno evidenziati dal sistema sotto la voce “saldo precedente” e cumulabili a richiesta con l’importo riferito ai contributi trimestrali correnti.
  • Solo all’atto della prima iscrizione al Fondo, insieme al primo versamento, è dovuta, se ricorrono le condizioni, una quota d’ingresso una tantum.
  • L’ammontare del contributo è indipendente dalla composizione del nucleo familiare assistito con eccezione per eventuali GENITORI iscritti, per ognuno dei quali è dovuto un contributo trimestrale aggiuntivo pari a euro 432,00 per il 2014.
  • I contributi TRIMESTRALI dovuti per il 2014, sono, in riferimento ai relativi articoli del Regolamento:
    • Articolo G: 294,00 euro per ogni dirigente IN FORZA all’impresa il primo giorno del trimestre di riferimento (1 gennaio per il primo trimestre, 1 aprile per il secondo, 1 luglio per il terzo e 1 ottobre per il quarto)
    • Articolo H: 220,00 euro per ogni dirigente ISCRITTO al Fasi nel trimestre di riferimento; a questo devono essere sommati i contributi per gli eventuali genitori iscritti. Questi contributi devono essere trattenuti dalle competenze individuali del dirigente e versati direttamente dalle imprese stesse
    • Articolo F: 435,00 euro per ogni dirigente ISCRITTO al Fasi nel trimestre di riferimento

Per le imprese che si iscrivano, a partire dal 1.4.2006, a forme di assistenza sanitaria integrativa sostitutiva del Fasi a favore dei soli dirigenti in servizio, il contributo di cui all’articolo G del Regolamento passa ad euro 367,50 trimestrali, per ogni dirigente IN FORZA all’impresa il primo giorno del trimestre di riferimento.
Ricordiamo, come già detto, che fra i SERVIZI INTERNET on line disponibili sul sito www.fasi.it, nella sezione ACCESSO DIRETTO, è inoltre disponibile il servizio “porre una domanda al FASI”, per quesiti specifici, ottenendo risposta ed eventuale assistenza entro otto ore lavorative, sullo stesso sito ed anche in posta elettronica.
Ad ogni buon fine è stato rinnovato recentemente l’invio della password aziendale a tutte le aziende che non ci risulta abbiano finora utilizzato i servizi internet on line.
Naturalmente, nel caso di smarrimento della predetta password, è possibile farne richiesta tramite il sito Internet www.fasi.it (dalla home page, sezione “accesso diretto”) oppure chiamando i Servizi Telefonici Automatici con caselle vocali (attivo 24 ore al giorno) (06518911) e depositando tale richiesta nella relativa casella vocale.

Modulistica disponibile:

  • Statuto e Regolamento del Fasi
  • Guida all’uso all’uso dei servizi ON LINE
  • Guida all’uso della procedura ON LINE Variazione/Versamento Contributi

Che possono essere scaricati dalla sezione “Modulistica” “Imprese” dalla home page del sito.